Al momento stai visualizzando La passione del Drago

Si narra che un tempo, in Cina, ci fosse un uomo che venerava i dragoni. 

Li amava a tal punto che ogni giorno ne disegnava uno e poi appendeva i disegni in casa sua, tappezzando tutte le pareti. Non parlava di altro. 

Un giorno, un dragone venne a sapere di quest’uomo e rimase colpito dalla sua ammirazione verso i dragoni. Così decise di fargli visita per ringraziarlo. Arrivò a casa dell’uomo di notte, entrò e si posizionò alla base del suo letto. 

Quando l’uomo aprì gli occhi, si trovò di fronte questa creatura spaventosa e si mise a urlare. Il dragone provò a spiegargli che era lì per ringraziarlo ma l’uomo era troppo terrorizzato: prese una spada e colpì il dragone che scappò via senza più fare ritorno. 

È una storia che racconta il modo in cui tante persone si approcciano al proprio credo: leggono, studiano, si informano, si allenano, si formano, ne diventano i primi ammiratori, ne sono quasi ossessionati. Ma poi, quando si trovano davanti alla possibilità di viverlo, scappano terrorizzati. Ma la teoria, l’ideale resta nella testa; è solo con la pratica che facciamo esperienza

L’approccio X Way invita a dare meno retta ai pensieri, alle aspettative e agli ideali e a vivere di più le esperienze, buttarsi nel fango e sporcarsi le mani, giocare con le nostre passioni, provare, sperimentare.. soprattutto quando queste esperienze sono quelle guidate dal proprio cuore.